Black friday Story

C’è stato Halloween e poi il Thanksgiving day. C’è chi ancora doveva finire le caramelle della notte più spaventosa dell’anno che già stava farcendo il tacchino per il Giorno del ringraziamento. 

Perché anche noi italiani, talvolta, scivoliamo su qualche americanata. Siamo pieni di tradizioni tutte nostre ma quelle Made in USA ci sembrano sempre un po’ più glamour. 

Siamo arrivati a intagliare zucche, a fare feste a tema, a travestirci e a travestire i bambini financo a mandarli porta a porta a chiedere “dolcetto o scherzetto”. Che poi, alla fine dei conti, per noi si riduce tutto a due carnevali senza tante leggende a fare da sfondo. 

E oggi, carta di credito alla mano, si apre il Black friday. Il venerdì nero, che detto così non sembra preannunciare nulla di buono….e infatti.  

Ti svegli con nove mail sullo smartphone. Sono nove negozi e store on line diversi che ti ricordano di sbrigarti a fare shopping, ché oggi c’è il 30,40,50% di sconto!  

Ora, a Genova le vie dello shopping funzionano con un meccanismo particolare. Se sei un principiante non è consigliabile affrontare da solo tutto questo. Lo scenario non è apocalittico come a New York ma anche noi genovesi ci diamo da fare.

Dunque, la regola di base è che: se stai percorrendo Via XX settembre in una direzione, la folla la sta percorrendo in quella esattamente opposta alla tua. È uno di quei fenomeno inspiegabili. Lo stesso per cui la cassa che scegli tu è sempre quella con più coda.  

E allora tra uno spintone, uno sguardo truce e un ballo di san Vito con uno sconosciuto, colui che vuole andare a sinistra mentre ci vai tu e allora decidete tutti e due di andare a destra e poi ancora sinistra e, insomma, la cosa potrebbe richiedere il suo tempo. 

Terminato il siparietto, riesci a imboccare l’entrata del negozio e qui si scatena l’inferno. La leggenda vuole che a te piacerà proprio quel capo di cui: 

– non c’è la taglia 

-ne è rimasto solo un pezzo

Nel secondo caso dovrai difenderlo con la forza. Non puoi riporlo e tornare più tardi perché proprio di fronte a te, non l’hai notata forse, c’è la tua rivale. Lei è lì, guarda prima te poi il tuo vestito. Inizia a invadere il tuo territorio fingendo di guardare altro ma in realtà aspetta un tuo sbaglio. Le basterebbe un secondo per portarsi via “il tuo tessssoro”! 

Dimenticavo che questa, per quanto riguarda lo shopping, è la giornata tipo. 

Non oso immaginare in questo Black friday come andrà a finire. Un venerdì che di nero, porterà qualche occhio. 

Signore, che la forza sia con voi! 

E black friday sia. 

   
 

Annunci

4 comments

  1. visto cha abito, come dicono i francesi “in c*lo alla luna”, io mi sono data allo shopping on line, come al solito i libri non sono mai scontati, o sono scontati quelli che non comprerei nemmeno per accedere il falò in estate. Quindi mi sono tolta qualche sfizio “elettronico” ed ho dato una spolverata al mio guardaroba, in previsione del lavoro, mi son resa conto di non avere nulla di “carino & professionale”, farò un post-haul del mio bottino. Tu hai comprato qualcosa?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...