A noi, che abbiamo fatto e che faremo.

Eccoci qui. Ancora una volta, lo scenario è sempre lo stesso. Tra poche ore, calici in mano, qualcuno sarà pronto a chiudere un capitolo, altri a girare pagina, altri ancora a cambiare addirittura libro. Il gelo polare per le strade, un conto alla rovescia da fare e le lancette che, per far dispetto, sembrano girare più lente del solito.

Premetto che non sono un’appassionata del capodanno ma un momento bello di questa serata sono riuscita a scovarlo. C’è un istante, tra lo”zero” urlato in coro e lo scattare della mezzanotte, in cui il tempo si sospende. In quella frazione di secondo fluttuiamo  nel vuoto, tra una anno e l’altro. Dura pochissimo, un battito di ciglia, ma è abbastanza per far calare un velo negli occhi di tutti. Non saprei dire cosa sia, se tristezza o paura per quello che verrà. Chè a pensarci bene, siamo sicuri di aver interpretato bene il capodanno? Ce ne stiamo lì, tronfi del fatto di poter scacciare l’intero anno e lo bombardiamo di fuochi d’artificio che, seppur belli, spariamo con una certa cattiveria verso quei trecentosessantacinque giorni ai quali vogliamo dire addio.

Con un certo spirito d’avventura, siamo entusiasti di dare il benvenuto a un anno  di cui non sappiamo niente. Del tempo trascorso, invece, abbiamo solo certezze. Abbiamo riso, amato, sognato. Abbiamo cucinato torte buinissime e soufflè che si sono sgonfiati inesorabilmente, una volta usciti dal forno. Abbiamo letto libri straordinari, fatto foto che finiranno nell’album dei ricordi e visto film che ci hanno commosso. Siamo stati minuti interminabili a guardare tramonti capaci di togliere il fiato, per non perdere neanche una di quelle sfumature tra il rosso e l’arancione del cielo. In questo anno abbiamo corso e siamo arrivati in ritardo ugualmete. Abbiamo litigato, pianto, magari anche sofferto un po’. Ma ci siamo stati. Per trecentosessantacinque giorni, ogni giorno, abbiamo fatto qualcosa.

Il 2014  l’abbiamo fatto noi.

E allora stasera brindiamo a noi, leviamo i calici in alto e ancora più in alto facciamo esplodere fuochi bellissimi. Allo scoccare della mezzanotte, quando le lancette si decideranno a fare un ultimo sforzo, segnando l’inizio di una storia tutta nuova, invece di dirci “Auguri” per l’anno che verrà, diciamoci “Bravo” per quello che siamo stati in grado di fare.

Andiamo alla finestra, un bel respiro. Aria fredda che ti sferza le guance e ti sveglia. Odore di bruciato dei petardi lanciati per le strade. Una notte che è quasi giorno, illuminata dai colori dei fuochi e la musica di sottofondo della televisione sempre accesa. In un attimo, l’anno nuovo è già arrivato. Ci sei già dentro.

Una volta finita la festa, ti rimarrà qualche bottiglia vuota, calici sparsi un po’ ovunque e palloncini  un po’ sgonfi. E ci sarai tu, in mezzo alla stanza. Potrai decidere se continuare la tua storia o inventarne una nuova. La notte di capodanno sembra perfetta per iniziare la tua favola, ma ricorda che: “C’era una volta…”, lo potrai ripetere in ogni mattina dei giorni che stanno per arrivare. Chè, in fondo, ogni giorno è sempre il giorno più adatto per ricominciare.

In ogni caso: 5…4…3…2…1………….. A NOI! I protagonisti degli anni che sono stati e di quelli che verranno.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/aab/78270398/files/2014/12/img_2777.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/aab/78270398/files/2014/12/img_2778.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/aab/78270398/files/2014/12/img_2776.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/aab/78270398/files/2014/12/img_2761.jpg

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...